Beh, dire che viviamo in un mondo di plastica non sarebbe poi così sbagliato. La maggior parte delle cose che usiamo ogni giorno sono di questo materiale, che, come sappiamo, è molto inquinante . Infatti sono necessari molti anni affinché si disintegri. Come al solito, con un po' di fantasia possiamo creare qualcosa di originale , anche con dei semplici sacchetti di plastica che altrimenti finirebbero dritti nel secchio dell'immondizia giallo. 

Esistono varie modi per riciclare i sacchetti di plastica, ma noi abbiamo raccolto le 8 idee più utili ed originali.

1. Uncinetto con i sacchetti di plastica

Sei un'amante dell'uncinetto e vuoi provare una variante molto originale? E' incredibile, ma puoi fare anche questo con dei sacchetti di plastica e un po' di abilità.

Come fare

Ci serviranno un po' di sacchetti per fare questo. Prendiamo le nostre buste e tagliamole in strisce di 2,5 cm circa. Avremo ottenuto la nostra matassa di filo di plastica. Con questa potremo realizzare infinite idee:  tappeti sottobicchieri borse ,  che non troverete mai in vendita e che contribuiranno a salvare l'ambiente. Ovviamente, la chiave di tutto è la vostra immaginazione!


credits

2. Fiori di plastica

Se non hai il pollice verde ma ti piacerebbe comunque avere una casa invasa da fiori, potrai utilizzare dei sacchetti di plastica per crearne. 

Come fare

Puoi utilizzare un modello in cartone su cui poi incollerai i vari petali colorati, oppure, se hai fantasia, tagliarli direttamente dal sacchetto. Usa sacchetti di vari colori per fare tanti fiori diversi. Con un pizzico di immaginazione in più potrai dar vita anche ad altri disegni!


credits

3. Portapenne

Volete realizzare un portapenne originale e colorato per i vostri bimbi? Allora questa è l'idea che fa al caso vostro.

Come fare

Taglia i manici della busta. Fai lo stesso col fondo. Taglia il sacchetto su un lato rendendolo un grande rettangolo. Fai un orlo sul fondo e fermalo con della colla. Dopodiché inizia a doppiare a pieghe finché non ottieni una striscia di circa 2 cm. Unisci tre strisce a treccia, creando una struttura rigida. La treccia sarà la nostra unità di base. Incolla più strisce una sopra l'altra dando al tuo portapenne la forma che più preferisci. 


credits

4. Pompon di plastica

Hai passato la tua infanzia a creare dei pompon con gli  scarti di filo di tua mamma o di tua nonna ? Da oggi saprai che puoi crearne anche a partire da dei sacchetti di plastica inutilizzati. Potrai attaccarli sulle infradito, in un vaso di plastica e se ne realizzi tanti potrai anche usarli come addobbi per le festicciole dei bambini.

Come fare

Appoggiamo la busta su un piano, poi tagliamo il fondo. Voltiamola dalla parte opposta e tagliamo i manici ottenendo un rettangolo. Mettiamo la mano all'interno e spingiamo verso i lati la parte che è rimasta dentro. Doppiamo la busta tre volte da lato a lato. Prendiamo i due lati più corti e facciamo due piccoli orli di circa 2 cm. Prendiamo il lato lungo e ripieghiamolo più volte in modo da creare una struttura pieghettata. Ora, con un filo sottile, stringiamo in mezzo il sacchetto ripiegato. Tagliamo un pezzettino delle estremità corte. Apriamo con un movimento circolare un lato. Apriamo man mano tutto il pompon fino a che si può.


credits

5. Tappeti per il bagno

Incredibile ma vero. Da semplici sacchetti di plastica puoi creare anche dei tappeti per il bagno. Ovvio, per fare questo devi prima andare alla ricerca di un gran numero di buste. La cosa straordinaria è che, qualora il tappeto si rompa, puoi costruirlo subito uno nuovo, da solo!

Come fare

Per fare un tappeto dovrai seguire lo stesso procedimento spiegato per l'uncinetto ed adattarlo alla sua forma.


credits

6. Cesto per i panni sporchi

Sicuramente tutti avete in bagno un cesto per i panni sporchi. Spesso quelli in commercio sono costosi, ma partendo da alcuni sacchetti di plastica possiamo ovviare anche a questo problema. 

Come fare

Taglia via base e manici del sacchetto. Taglia delle strisce partendo dall'alto verso il basso. Intreccia insieme le strisce fino ad ottenere una struttura rigida. Quando avrai parecchie strisce potrai iniziare dalla base del cesto. Dovrai prendere una striscia ed arrotolarla su se stessa, unendo poi altre strisce, come fosse una chiocciola, aiutandoti con ago e filo per fissarle tra loro. Ora i lati. Partendo da una certa grandezza, aggiungi treccia dopo treccia una sopra all'altra aumentando man mano di larghezza e poi fissale con ago e filo. Così via fino a raggiungere le dimensioni da voi desiderate.   


credits

7. Sottobicchieri

Si sa, i bicchieri si possono rovesciare, basta un piccolo urto per farli cadere, con annesse macchie sulla tovaglia. Così ricorriamo all'utilizzo dei sottobicchieri e, come al solito, possiamo decidere se acquistarli o magari... crearli da soli!

Come fare

Anche per questa creazione, dovrai avvalerti dello stesso procedimento che ti ho spiegato per l'uncinetto. Ovviamente, puoi dare al tuo sottobicchiere qualsiasi forma: a cerchio, a quadrato, a fiore... 


credits

8. Sandali

Non sarà il miglior materiale per fare dei sandali, ma perché non provare? Potreste far partire la moda del momento! Tutto quello che dovete fare è prestare attenzione affinché non rimangano sotto i raggi del sole, perché altrimenti potreste finire con il bruciarvi i piedi!

Come fare

Forse è il punto più difficile da realizzare. Per farlo dovrete seguire gli stessi passaggi illustrati per l'uncinetto. Dovrai iniziare dalla base del sandalo e poi andare avanti costruendo le stringhe e le cinghie. Dovrai misurare bene tutti i parametri del tuo piede: lunghezza, altezza, larghezza e, magari, mentre "costruisci" la tua scarpa, cerca di misurare passo dopo passo se stai facendo tutto della giusta grandezza!


credits

Guarda il video per capire bene come creare una matassa di filo di plastica ottenuta da sacchetti riciclati, è alla base di molte delle creazioni che ti ho illustrato. Dopodiché, condividi l'articolo con i tuoi amici!

Non è possibile visualizzare questo media terze parti senza prima aver prestato consenso all'uso dei cookie Clicca qui per vedere il video o l'elemento multimediale incorporato