Lavorare la maglia può per alcune essere una cosa semplice da fare, ma per altre sarebbe impensabile riuscire a disbrigarsi tra ferri e filati di diverse misure e consistenze.

Per fortuna esistono numerose tecniche attraverso le quali è possibile muovere i primi passi nel mondo del tricot, alcune delle quali sembrano cucite addosso alle principianti.

Quella che ci propone Isnata oltre ad essere facile da apprendere è anche una tecnica assolutamente creativa e originale. Come vedremo, questa ragazza usa solamente le proprie braccia per intrecciare il filo di lana, e il risultato finale è a dir poco sorprendente.

Ora che ci stiamo avvicinando alla stagione fredda, è il momento giusto per sperimentare il divertimento che si ricava nel realizzare questa morbidissima sciarpa ad anello che la ragazza ci propone. Di sicuro tutte le nostre amiche si chiederanno quale tecnica abbiamo usato.

All'inizio potrà sembrare difficile, ma via via che il lavoro inizierà ad essere visibile non riusciremo più a smettere di sferruzzare con le braccia.

Con il capo iniziale del filo fate un nodo, come spiegato nel video (in francese, ma di facile comprensione in quanto spiegato passo passo attraverso le immagini)

Una volta realizzato il nodo d'inizio posizionatelo a bracciale sul polso destro.

Eseguite altri nodi, tanti quanto dovrà essere la larghezza finale della sciarpa

l'ultimo nodo verrà posizionato sul polso sinistro e si inizierà ad intrecciare il filo.

la cosa importante è di tener sempre conto della tensione del filo, che dovrà rimanere morbido senza tirare

le dita delle mani vi offriranno un valido aiuto e consentiranno di intrecciare il filo ad ogni maglia

continuate in questo modo fin quando non avrete raggiunto la lunghezza desiderata, fissate il filo e tagliatelo.

a questo punto potrete procedere con le rifiniture, cucendo nel centro i due lembi a creare un anello

ed ecco qui, la sciarpa finita... Bella, vero?

Non è possibile visualizzare questo media terze parti senza prima aver prestato consenso all'uso dei cookie Clicca qui per vedere il video o l'elemento multimediale incorporato