L'autunno è ormai alle porte, anche se le temperature ancora miti ce lo fanno dimenticare, e con il suo arrivo lungo i viali alberati e nei parchi le foglie che cadono dagli alberi formano un tappeto, lo stesso che da bambini amavamo calpestare per sentirne lo scricchiolio. Quante volte ci siamo soffermati a scrutare la forma delle foglie e il loro colore, cercando di risalire al nome dell'albero dal quale erano cadute? E quante piccole "lezioni" di botanica abbiamo ascoltato dai nostri genitori, mentre ne raccoglievamo qualcuna da terra per formarne piccoli ma ingombranti bouquet? In quegli anni, con i pochi mezzi che avevamo a disposizione non sapevamo cosa farne, ma oggi grazie alla tecnologia e alla possibilità di allargare gli orizzonti, è possibile dare spazio alla fantasia e alla creatività utilizzando quasi ogni materiale per ricavarne piccoli oggetti (più o meno utili) di uso quotidiano. E allora ecco che anche le foglie secche, che l'autunno ci regala, possono essere utilizzate in modo originale, anche solo per condividere con i più piccoli, semplici lavoretti di bricolage che li terranno impegnati nei lunghi pomeriggi invernali. 

Per realizzare questa ciotola occorre:

  • Foglie
  • colla vinilica
  • pennello
  • pellicola trasparente
  • una ciotola in vetro come sostegno

Nel video troviamo uno spray speciale, di tipo alimentare, utilizzato in cucina dagli americani, che impedisce ai cibi di "attaccarsi" quando vengono cucinati. In Italia non credo sia reperibile, personalmente non ne conoscevo l'esistenza, pertanto credo che la stessa funzione possa essere espressa da una noce di burro o con dell'olio di semi che andrebbe spennellato uniformemente tra la ciotola e la pellicola trasparente affinché vi aderisca senza attaccarsi.

Non è possibile visualizzare questo media terze parti senza prima aver prestato consenso all'uso dei cookie Clicca qui per vedere il video o l'elemento multimediale incorporato